Seguici su

10 marzo 2022

LOTTA E PREVENZIONE CONTRO L’INFESTAZIONE DA ZANZARE

Con l'Ordinanza n. 4 del 10 marzo 2022 riparte la campagna di prevenzione contro la proliferazione delle zanzare, Tigre (Aedes albopictus) sia di quella comune (Culex spp.).

Molte specie di zanzare, oltre al fastidio, possono causare malattie; le zanzare del genere Aedes, quale la zanzara tigre (Aedes albopictus) possono trasmettere il virus responsabile della Dengue, febbre gialla e diverse encefaliti che fino ad oggi si erano manifestate solo in aree tropicali. La Culex (quale la comune zanzara notturne, Culex pipiens) può trasmettere il virus della malattia West Nile.

L’IMPEGNO DI TUTTI

Per un risultato efficace contro la proliferazione dell'insetto è indispensabile la piena collaborazione; senza l’impegno di tutti nessuna efficacia può essere garantita dai trattamenti effettuati dal Comune. Per contribuire è possibile adottare alcune abitudini ed accorgimenti quali:

  • - negli spazi aperti sia pubblici che privati evitare l’abbandono di contenitori di qualsiasi natura e dimensione nei quali possa raccogliersi acqua
  • - svuotare costantemente gli accumuli di acqua dei contenitori e valutare la loro sistemazione in modo da evitarli; diversamente, procedere alla loro chiusura mediante rete zanzariera o coperchio a tenuta
  • - trattare l’acqua presente in tombini, griglie di scarico, pozzetti di raccolta delle acque meteoriche, e qualunque altro contenitore non eliminabile (comprese fontane e piscine non in esercizio) ricorrendo a prodotti di sicura efficacia larvicida
  • - tenere sgombri i cortili e le aree aperte da erbacce, da sterpi, e rifiuti di ogni genere, e sistemarli in modo da evitare il ristagno delle acque meteoriche o di qualsiasi altra provenienza
  • - svuotare le fontane e le piscine non in esercizio o eseguire adeguati trattamenti larvicidi
  • - evitare raccolte d’acqua in aree di scavo, bidoni, pneumatici, e tutti gl altri contenitori; in caso di attività che richiedono la disponibilità di contenitori con acqua, dotarli di copertura ermetica, oppure svuotarli completamente con periodicità non superiore a 5 giorni.

Ai materiali stoccati all’aperto per i quali non siano applicabili i provvedimenti occorre eseguire trattamenti di disinfestazione da praticare entro 5 giorni dopo ogni precipitazione atmosferica.

I conduttori di serre, vivai, esercizi di commercio di piante e fiori ed attività similari devono attuare una lotta antilarvale correttamente programmata al fine di contrastare la proliferazione delle zanzare autoctone e l’introduzione di zanzare di specie esotiche.

Nei cimiteri cittadini possono essere adottati i seguenti comportamenti e precauzioni:

- All’interno dei cimiteri, se non è disponibile acqua trattata con prodotti larvicidi, i vasi portafiori devono essere riempiti con sabbia umida; in alternativa l’acqua del vaso deve essere trattata con prodotto larvicida ad ogni ricambio.

- In caso di utilizzo di fiori finti il vaso dovrà essere comunque riempito di sabbia, se collocato all’aperto. Inoltre tutti i contenitori utilizzati saltuariamente (es. piccoli innaffiatoi o simili) dovranno essere capovolti o sistemati in modo da evitare il ristagno di d’acqua.

Per l’utilizzo dei prodotti larvicidi:

La periodicità dei trattamenti deve seguire le indicazioni riportate nell'etichetta del prodotto utilizzato; in caso di pioggia occorre ripetere il trattamento.

Vanno trattati anche i tombini che non sono all’aperto ma che sono raggiunti da acque meteoriche o di altra provenienza (ad esempio quelli presenti negli scantinati e i parcheggi sotterranei, ispezionando anche i punti di raccolta delle acque provenienti dai “grigliati”).

In alternativa occorre procedere all'installazione di rete zanzariera di tombini, griglie di scarico, pozzetti di raccolta delle acque meteoriche, che vanno mantenuti in condizioni di integrità.

Lavori Pubblici - Ambiente - Manutenzioni

Ufficio Lavori-Pubblici_Ambiente_Manutenzioni
Area Servizi tecnici e territoriali
Responsabile Giampietro Marchi
Indirizzo Piazza IV Novembre, 30 (secondo piano)
Telefono 049 9002611
Email ediliziaprivata@comune.mestrino.pd.it
PEC protocollo.comune.mestrino.pd@pecveneto.it
Personale
Personale
Addetto Telefono Email
Gianna Ponticello ambiente@comune.mestrino.pd.it
Giampaolo Businaro manutenzioni@comune.mestrino.pd.it
Apertura al pubblico
Apertura al pubblico
Giorno Mattino Pomeriggio
Martedì 8:30 - 12:30 15:00 - 17:00
Giovedì 8:30 - 12:30
torna all'inizio del contenuto