©2009 Comune di Mestrino (PD) - Tutti i diritti riservati
P.zza IV Novembre, 30 - 35035 Mestrino (PD) - Tel.: 049-9000042 - Fax.: 049-9000177
e-mail: comune@comune.mestrino.pd.it  -  e-mail certificata (PEC): protocollo.comune.mestrino.pd@pecveneto.it

 
sei in:  Servizi  -  Cosa fare per  -  Cittadino  -  Avere un figlio  -  Denuncia di nascita

Denuncia di nascita

Descrizione del Procedimento

La denuncia di nascita può essere resa:
-Da uno o entrambi i genitori;
-Da un procuratore speciale;
-Dal medico o dall’ ostetrica o da altra persona che ha assistito al parto, nel rispetto delle seguenti modalità:

a) entro 3 giorni dalla nascita presso la Direzione sanitaria dell’ospedale o casa di cura ove è nato il bambino;

b) entro 10 giorni all’Ufficiale di stato civile del Comune di nascita;

c) entro 10 giorni all’Ufficiale di stato civile del Comune di residenza dei genitori.
 

Se la residenza dei genitori è diversa, la denuncia deve essere resa nel Comune di residenza della madre, salvo diverso accordo tra i genitori.
 
I GENITORI: 

Nel caso di genitori legalmente sposati, la dichiarazione di nascita del figlio può essere resa da uno solo dei due.

Nel caso di genitori non sposati tra loro, la dichiarazione di nascita del figlio deve essere resa:

1 da entrambi i genitori, con riconoscimento congiunto della prole, all’atto della denuncia di nascita, nei tempi e modi sopra descritti;

2 dalla sola madre naturale che effettua il riconoscimento della prole senza il riconoscimento del padre, nei tempi e modi sopra descritti;

3 dal solo padre naturale che effettua il riconoscimento della prole senza il riconoscimento della madre, nei tempi e modi sopra descritti.

Consigliamo alle coppie che si trovano nell’imminenza di una filiazione naturale di informarsi, preventivamente all’evento, presso l’Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza. 

Il nome del neonato sara’….
- Un nome corrispondente al sesso, maschile o femminile;
- Un nome unico o nome composto da più elementi onomastici (fino a tre);
- Il nome o i nomi ricevuti alla nascita sono quelli con i quali il figlio sarà sempre identificato ed in ogni caso certificato; se al figlio vengono attribuiti un nome con più elementi onomastici separati da una virgola, il figlio sarà identificato solo con il primo elemento del nome (es.: se il figlio nell'atto di nascita viene indicato come Mario Vittorio Paolo, sarà certificato e identificato: Mario Vittorio Paolo; se il figlio nell'atto di nascita viene indicato come Mario, Vittorio, Paolo sarà certificato e identificato come Mario).  
- Non può essere un nome uguale a quello del padre, a quello dei fratelli o delle sorelle viventi, uguale ad un cognome, non può essere ridicolo o vergognoso.

A seguito della denuncia di nascita sarà possibile dichiarare con autocertificazione la nascita, la residenza e lo stato di famiglia del nuovo nato.

Termine del Procedimento

Si raccomanda di non attendere l'ultimo giorno utile (si fa riferimento al termine più lungo e cioè 10 gg dalla nascita) per rendere la denuncia di nascita

Elenco delle documentazione richiesta

- l’attestazione di nascita rilasciata dalla struttura sanitaria dove è avvenuta la nascita;

- solo nel caso in cui la madre (puerpera) non sia stata assistita nel parto da personale ospedaliero o quando il dichiarante non possa esibire la constatazione dell’avvenuto parto, può rendere all’Ufficiale di Stato Civile una dichiarazione sostitutiva di certificazione, sotto la propria responsabilità, a norma dell’art. 47 del Testo Unico nr. 445/2000, concernente il fatto dell’avvenuta nascita. 

A chi rivolgersi

Responsabile di Area: Antonio Miozzo
Responsabile Ufficio: Antonino Azzali

Servizi demografici