©2009 Comune di Mestrino (PD) - Tutti i diritti riservati
P.zza IV Novembre, 30 - 35035 Mestrino (PD) - Tel.: 049-9000042 - Fax.: 049-9000177
e-mail: comune@comune.mestrino.pd.it  -  e-mail certificata (PEC): protocollo.comune.mestrino.pd@pecveneto.it

 
sei in:  Servizi  -  Cosa fare per  -  Cittadino  -  Ricevere assistenza  -  Contributi affitti

Contributo affitti

Descrizione del Procedimento

A sostegno del pagamento dell'affitto, ogni anno, viene indetto il bando per la concessione di contributi al pagamento dei canoni di locazione che risultano da contratti di affitto regolarmente registrati.
Per l’anno 2011 il bando copre il biennio 2009-2010.
Al bando possono partecipare tutti i residenti nel Comune di MESTRINO che siano stati titolari, negli anni 2009 e 2010 o per parte degli stessi, di contratti di locazione stipulati ai sensi delle leggi nn. 392/78, 359/92 art. 11 c. 1 e 2, 431/98, limitatamente ad alloggi ubicati nella Regione del Veneto.
Il contributo affitti non si applica qualora si tratti di alloggio classificato come alloggio di edilizia residenziale pubblica ( es. alloggi ATER ).

E’ prevista una richiesta contestuale per gli anni 2009 e 2010. La domanda può essere presentata anche per un solo an-no o parte di esso.

E' ammessa un'unica richiesta cumulativa di contributo, anche per più contratti di locazione, nel caso si sia cambiato al-loggio nel corso del 2009 e 2010. Non è ammessa la presentazione di più di una richiesta di contributo da parte di com-ponenti dello stesso nucleo familiare: le domande multiple saranno escluse.
Il bando completo è scaricabile dalla sito della Regione Veneto

Fonti normative di riferimento

Leggi nn. 392/78, 359/92 art. 11 c. 1 e 2, 431/98, limitatamente ad alloggi ubicati nella Regione del Veneto.

Termine del Procedimento

Le domande devono essere presentate nei termini perentori fissati nel bando regionale ( in genere tra aprile e giu-gno )- esclusivamente presso uno dei Caaf convenzionati :

CAAF CGIL – Via Borromeo 18 Sarmeola di Rubano - tel. Tel. 049/634982. Chiamare per appuntamento
I criteri di idoneità e le modalità di formazione della graduatoria vengono definiti, come previsto dalla deliberazione di Giunta Regionale, con provvedimento del Dirigente della direzione edilizia abitativa regionale.

Requisiti per il rilascio del provvedimento finale

I richiedenti devono:
• essere residenti nel Comune di Mestrino;
• essere stati titolari, nel corso del biennio 2009 e 2010 o parte di essi, di contratti di locazione ad uso abitativo, ubicati nella Regione Veneto, registrati ai sensi delle leggi n. 392 del 27 luglio 1978, n. 359 dell'8 agosto 1992 (art. 11 commi 1 e 2) e n. 431 del 9 dicembre 1998 per alloggi occupati, nel biennio 2009 e 2010, dal richiedente e dai com-ponenti il nucleo familiare, a titolo di residenza principale o esclusiva; non deve trattarsi di contratti di locazione stipu-lati tra parenti o affini entro il secondo grado; i contratti devono riferirsi ad alloggi di categoria catastale compresa fra A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7 e A/11;
• non essere stati titolari, per l’anno di riferimento del bando (2009 e 2010) e al momento della presentazione della domanda, di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su alloggi o parti di essi, ovunque ubicati, il cui impo-nibile complessivo ICI sia superiore a € 49.938,42 oppure, indipendentemente dal valore catastale, qualora la quota complessiva di possesso, da parte del nucleo familiare, sia superiore al 50%. Tale esclusione non opera nei casi in cui l’alloggio, per disposizione dell’autorità giudiziaria, sia dato in godimento al coniuge separato o nel caso in cui l’usufrutto sia, per legge, assegnato al genitore superstite;
• essere in possesso di un indicatore Isee-fsa (Indicatore situazione economica equivalente per il fondo sostegno all'affitto) non superiore a € 14.000; tale limite è elevato a € 16.100,00 per i nuclei composti da una sola persona altri-menti esclusi dal contributo regionale; a € 18.900,00 se la persona sola ha compiuto o compierà 65 anni entro la data di scadenza del Bando; a € 23.100,00 se il richiedente è persona sola e invalida; a € 25.900,00 se il richiedente è per-sona sola, invalida e ha compiuto o compierà entro la data di scadenza del Bando il 65° anno di età;
• avere il canone annuo di locazione che incida in misura non inferiore al 14% e non superiore al 70% sull'Isee-fsa;
al fine di evitare l’esclusione di situazioni particolarmente meritevoli di sostegno, possono essere fatte valere le se-guenti rendite non imponibili e quindi escluse dall’Isee:
- pensioni di guerra;
- pensioni privilegiate ordinarie corrisposte ai militari di leva e quelle ad esse equiparate (sentenza Corte Costituziona-le n. 387 del 4 novembre 1989);
- pensioni e assegni erogati ai ciechi civili, ai sordomuti e agli invalidi civili;
- pensioni sociali e maggiorazioni sociali dei trattamenti pensionistici;
- rendite erogate dall’INAIL per invalidità permanente;
- equo indennizzo di cui alla Legge 210/1992 e alla direttiva tecnica interministeriale (Ministero della Sanità – Ministe-ro della Difesa) del 28 dicembre 1992;
- assegni periodici ricevuti per il mantenimento dei figli spettanti al coniuge in conseguenza di separazione, annulla-mento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio, risultante da provvedimenti dell’Autorità giudiziaria;
- retribuzioni corrisposte da enti e organismi internazionali, rappresentanze diplomatiche;
- premi corrisposti a cittadini italiani da stati esteri o enti internazionali per meriti letterari, artistici, scientifici e sociali;
• nel caso di cittadini di Stati Terzi, essere in possesso di permesso o carta di soggiorno in corso di validità o attestazione la presentazione dell’istanza di rinnovo; i cittadini di paesi di Stati Terzi devono essere residenti in Veneto da 5 anni o in Italia da 10 anni;
• nel caso di cittadini stranieri, non essere stati destinatari di provvedimento di allontanamento dal territorio na-zionale.
L’alloggio per il cui contratto si chiede il contributo non può avere superficie netta superiore a 95 mq per famiglie fino a 3 componenti; la superficie viene incrementata di 5 mq per ogni componente.
Per superfici che eccedono tale misura, viene operata una riduzione proporzionale all’eccedenza fino al 200% della su-perficie netta ammessa.
Per tutelare maggiormente i nuclei più deboli, la valutazione della superficie non opera nei confronti dei nuclei numerosi con più di 5 componenti, di nuclei formati da anziani che abbiano compiuto o compiano il 65° anno di età al 31 dicembre 2008 o di nuclei con persona disabile o non autosufficiente la cui condizione è stata rilevata nella dichiarazione Isee.

Il contributo finale, per l’anno 2009, verrà decurtato in misura pari alla detrazione per affitto operata in sede di dichiara-zione dei redditi per l’anno 2009. Per l’anno 2010, la detrazione per affitto operata in sede di dichiarazione dei redditi 2010, verrà trattenuta se tale informazione sarà raccolta prima della liquidazione del contributo.

Elenco delle documentazione richiesta

Il modulo per la domanda viene consegnato e compilato direttamente durante l'appuntamento.
Non è obbligatorio allegare alla domanda alcuna documentazione.
Tuttavia, per evitare errori, sanzioni civili e penali o esclusione dal contributo, si consiglia al richiedente di recarsi all'appuntamento, preso telefonicamente, con un valido documento di riconoscimento e presentando i documenti di seguito indicati:
Documentazione
A - Non è obbligatorio allegare alla domanda alcuna documentazione, trattandosi di autocertificazione ai
sensi del DPR 445/2000. Ai richiedenti provenienti da Stati Terzi, in base all’art. 3 comma 2 del DPR 445/2000, in
fase di liquidazione del contributo potrà essere chiesta copia dei documenti relativi a dati dichiarati in sede di
domanda non in possesso della Pubblica Amministrazione;
B - È tuttavia opportuno che il richiedente, per evitare errori e le conseguenti sanzioni civili e penali, compili
la autocertificazione e la domanda con l’aiuto dei funzionari incaricati e il supporto della seguente documentazione:
a) attestazione ISEE in corso di validità (Dichiarazione Sostitutiva Unica presentata entro gli ultimi dodici mesi)
o, in alternativa, i dati per la presentazione della DSU ai fini della determinazione dell’ISEE per ciascun membro
della famiglia anagrafica (CUD, 730, Unico, situazione patrimoniale al momento della presentazione della domanda, comprensiva di BOT, CCT, etc, certificazione rilasciata dall’organo competente che attesti il grado di
invalidità in caso di handicap psico/fisico permanente superiore al 66%, codice fiscale);
b) stato di famiglia;
c) contratto/(o contratti) di locazione registrato/i e/o ricevuta, dell’avvenuto pagamento dell’Imposta di Registro
per le annualità successive (Mod. F23) relative al biennio 2009 e 2010;
d) superficie netta dell’alloggio ricavata da qualunque fonte ufficiale che permetta la certificazione di tale valore
come ad esempio le superfici utilizzate per il calcolo della TARSU, quelle desunte dal contratto di locazione,
dal catasto edilizio urbano, dalle dichiarazioni ai fini ICI;
e) bollettini dei canoni e delle spese condominiali e di riscaldamento corrisposti per il biennio 2009 e 2010;
f) nel caso di cittadini di Stati Terzi permesso o carta di soggiorno e se scaduti, copia della richiesta di rinnovo;
g) nel caso di cittadini di Stati Terzi, autocertificazione relativa al possesso dei requisiti previsti dalla L. 133/2008.,
art 11, comma 13 (residenza in Italia da almeno dieci anni o in Veneto da almeno cinque anni);
h) dichiarazione (per i cittadini stranieri) di non essere stati destinatari di provvedimento di allontanamento dal
territorio nazionale;
i) documentazione relativa a entrate non soggette a IRPEF;
l) elenco dei documenti presentati.
Al termine della registrazione informatica dei dati, saranno rilasciate al richiedente, previa sottoscrizione, ricevuta della domanda e copia della eventuale dichiarazione sostitutiva, nonché copia, se richiesta, della certificazione ISEE.

Tipo di parere o di Valutazione tecnica

L’Amministrazione Comunale procederà al controllo, anche a campione, delle autocertificazioni presentate.
Nei casi di dichiarazioni false, al fine di ottenere indebitamente il beneficio del contributo sul canone di locazione, si pro-cederà, ai sensi dell’art. 76 del DPR 445/2000, con denuncia all’Autorità Giudiziaria per i reati penali
e le sanzioni civili conseguenti.

Validita' del provvedimento

N.B.: come indicato nella deliberazione regionale n. 3527 del 30 dicembre 2010, i contributi relativi al biennio 2009-2010 verranno erogati rispettivamente nel 2011 e 2012.

A chi rivolgersi

Servizi Sociali